Quanto è efficace l’autoesclusione di AAMS?

AAMS è una società italiana che fornisce servizi di autoesclusione per i giocatori d’azzardo. La sua efficacia è ancora oggetto di discussione: da un lato c’è chi sostiene che questo tipo di servizio sia l’unico in grado di proteggere i giocatori, dall’altro chi afferma che non ha alcun effetto sulle probabilità di vincita dei giocatori. In questo articolo, faremo un confronto tra le due opinioni e cercheremo di capire se l’autoesclusione sia davvero efficace.

Che cos'è l'autoesclusione?

L’autoesclusione è un servizio offerto da AAMS che consente ai giocatori di autorizzare la società a bloccare l’accesso ai propri account per un periodo di tempo stabilito (di solito 6 mesi o 1 anno). Durante questo periodo, i giocatori non potranno più accedere ai propri account e non saranno in grado di utilizzare alcun servizio offerto da AAMS.

Table of content

L’obiettivo dell’autoesclusione è quello di aiutare i giocatori ad evitare le tentazioni di giocare e, quindi, di ridurre il rischio di incorrere in problemi legati al gioco d’azzardo.

Al termine del periodo di autoesclusione, i giocatori possono scegliere di rientrare nelle attività di gioco oppure di estendere il periodo di autoesclusione.

Quando è nata l’autoesclusione nei casinò italiani?

L’autoesclusione è stata introdotta in Italia nel 2012, in seguito all’entrata in vigore della legge sul gioco d’azzardo.

La legge prevedeva l’istituzione di un servizio di autoesclusione per i giocatori d’azzardo, al fine di prevenire il gioco patologico.

Inizialmente, l’autoesclusione era un servizio volontario, ma è stata successivamente trasformata in un servizio obbligatorio per tutti i casinò italiani e negozi di scommesse.

L’autoesclusione è un servizio efficace?

I dati disponibili suggeriscono che l’autoesclusione è un servizio efficace per prevenire il gioco patologico. Secondo i dati dell’Osservatorio Nazionale sulle Dipendenze da Gioco, il numero di giocatori che hanno utilizzato il servizio di autoesclusione è cresciuto costantemente dal 2012 al 2016.

Inoltre, i dati dell’Osservatorio Nazionale sulle Dipendenze da Gioco mostrano che il tasso di recidiva è diminuito costantemente dal 2012 al 2016.

Tuttavia, alcuni esperti sostengono che l’autoesclusione non è efficace nel lungo periodo. Secondo questa opinione, i giocatori che utilizzano il servizio di autoesclusione tendono a riprendere le attività di gioco una volta che il periodo di autoesclusione è terminato nei casinò online sicuri.

Inoltre, alcuni esperti sostengono che l’autoesclusione può avere un effeto negativo sui giocatori, poiché può aumentare il senso di isolamento e di frustrazione.

Pertanto, l’efficacia dell’autoesclusione è ancora oggetto di dibattito: 

  • Da un lato, c’è chi sostiene che questo tipo di servizio sia l’unico in grado di proteggere i giocatori dal rischio di perdere denaro.
  • Dall’altro lato, c’è chi afferma che l’autoesclusione non ha alcun effetto sulle probabilità di vincita dei giocatori. In altre parole, i giocgli atori che si autoescludono hanno le stesse probabilità di vincere i bonus e di perdere denaro rispetto ai giocatori che non si sono autoesclusi.

Quale opinione è giusta? Per capirlo, dobbiamo esaminare i vantaggi e gli svantaggi dell’autoesclusione.

Vantaggi:

  1. Aiuta i giocatori a controllare il loro comportamento di gioco.
  2. Evita che i giocatori spendano più denaro del previsto.
  3. Protegge i giocatori dalle tentazioni di giocare e riduce il rischio di perdere denaro.

Svantaggi:

  1. Non è sempre efficace nel bloccare l’accesso ai siti di gioco.
  2. I giocatori possono trovare altri modi per giocare, ad esempio tramite le app di gioco per cellulari o i casinò online.
  3. Non è una soluzione definitiva per i problemi di gioco d’azzardo, poiché i giocatori possono sempre decidere di annullare l’autoesclusione in qualsiasi momento.

Come si attiva l’autoesclusione di un giocatore?

  • Per attivare l’autoesclusione di un giocatore, è necessario compilare il modulo di richiesta disponibile sul sito web di AAMS;
  • Una volta compilato il modulo, il giocatore dovrà inviarlo a AAMS tramite fax o posta elettronica;
  • AAMS procederà quindi all’attivazione dell’autoesclusione del giocatore per il periodo di tempo specificato nel modulo.

Cosa succede se un giocatore annulla l’autoesclusione?

Se un giocatore annulla l’autoesclusione, il suo nominativo verrà rimosso dall’elenco dei giocatori autoesclusi e potrà nuovamente accedere ai siti di gioco e nuovi casinò online.

Tuttavia, il giocatore dovrà attendere almeno 30 giorni prima di poter annullare l’autoesclusione.

Inoltre, il giocatore dovrà compilare un nuovo modulo di richiesta per poter annullare l’autoesclusione.

In conclusione

l’autoesclusione è un servizio utile, ma non è la soluzione definitiva per i problemi di gioco d’azzardo. I giocatori devono essere consapevoli dei limiti di questo servizio e del fatto che possono sempre annullare l’autoesclusione in qualsiasi momento. Se si sospetta di avere un problema di gioco d’azzardo, è importante parlare con un professionista per ottenere il trattamento adeguato.

FAQ

Quale organizzazione in Italia attua l’autoesclusione?

In Italia, l’Autoesclusione è un servizio fornito da AAMS (Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato).

Qual è il periodo minimo di autoesclusione?

Il periodo minimo di autoesclusione è di 1 mese.

Qual è il periodo massimo di autoesclusione?

Non c’è un limite massimo per l’autoesclusione; è possibile autoescludersi per sempre.

Condividi questo articolo:

4.1/5
VALUTAZIONE
Cobra
100% Deposit Bonus + 250 SPIN GRATUITI